• 23/07/2016

Bilancio sociale

Il Bilancio Sociale (BS) è divenuto uno strumento essenziale per le aziende.
Il recepimento della Direttiva dell’UE con la Legge 254 del 30 Dicembre 2016 ha reso l’informazione sociale obbligatoria per le grandi aziende e – in base alla prassi consolidata in molti paesi europei – indispensabile per tutte le realtà economiche.
La Cooperativa Martinengo da anni pubblica e diffonde il proprio BS perché ritiene che la rendicontazione del proprio operare sia un obbligo dettato dalla esigenza di trasparenza, di buon governo e di informazioni ai partner e agli stakeholders.
È con questo spirito che il BS del 2016 offre importanti indicazioni da sottolineare.
Un avvenimento molto importante ha segnato il 2016: la collaborazione della Cooperativa Martinengo alla realizzazione, al Meeting di Rimini della Mostra delle Suore di Carità della Assunzione intitolata “La vita per l’opera di un Altro”. Le suorine – così vengono comunemente chiamate – sono l’anima della nostra Cooperativa. La Mostra è stata visitata da migliaia di persone e ha dato visibilità all’opera della Martinengo.
Ciò premesso alcune considerazioni sull’andamento generale.
Il legame con i soci è cresciuto e nella vita sociale sono intervenute diverse persone che hanno collaborato liberamente in alcune iniziative.
Alcuni dati:
a) I dipendenti sono 35, di cui 14 soci, le collaborazioni sono scese a 2 unità (1 socio), mentre i liberi professionisti sono 22, di cui 3 soci. Il numero dei volontari che animano l’attività è all’incirca 20.
b) Il bilancio presenta un decremento delle entrate per l’attività socio-sanitaria per una variazione introdotta nella valorizzazione delle prestazioni orarie (nel 2015 erano al netto dell’IVA, nel 2016 l’IVA del 5% è stata incorporata nel prezzo orario stabilito per ogni prestazione). La Cooperativa impegna 3 medici e 9 infermieri.
c) Le relazioni amministrative con Il Comune di Milano sono nettamente migliorate e si nota una regolarità nei pagamenti.
d) Si è registrato un significativo incremento delle relazioni con le scuole attraverso la presenza di nostri educatori: oggi le scuole che hanno relazione con la Martinengo sono 7 e gli educatori impegnati sono 25 con circa 85 minori seguiti.
e) La Casa di Sam acquista sempre più il ruolo di riferimento come Casa di Accoglienza attraverso l’attività di Centro Diurno Integrato e Centro di Aggregazione Giovanile, con un significativo incremento di presenza giovanile. Un trend che tenderà a crescere anche nel 2017.
f) Il buon governo della gestione amministrativa e un’ottima organizzazione presentano una chiusura di bilancio in sostanziale pareggio.
g) Una osservazione sui costi: sono cresciuti i costi diretti del personale in modo significativo (circa il 18%) mentre i costi indiretti del personale sono cresciuti del 8% circa. Gli altri costi hanno seguito un andamento molto simile all’anno precedente.
Infine il Consiglio di Amministrazione ha valutato la necessità di dotare la Martinengo anche di una Certificazione di Qualità, con l’obiettivo di rendere più sostenibile e ancora più accurato ogni aspetto organizzativo della Martinengo, e ha dato mandato alla società QUASER di fornire tale Certificazione nei primi mesi del 2017.
Concludendo, la presenza della Cooperativa Martinengo in un’area cittadina tra le più chiacchierate per il disagio generale della popolazione, per le diverse forme di degrado e di povertà, che giunge ad essere terreno fertile di varie forme di violenza, risulta essere una risorsa umana ben conosciuta dalla gente, riconosciuta nel suo valore.
Le Suore che abitano il territorio da più di 70 anni, e che svolgono molte attività nella cooperativa, sono ben note per la loro capacità di lettura del bisogno umano, per l’accoglienza e per la disponibilità ad intervenire nelle situazioni più umanamente delicate per svolgere un servizio educativo e di sostegno alla famiglia.
Il Presidente, Bruno CalcheraPowe



× Attenzione! Testo dell'errore