• 23/01/2021

Bilancio sociale 2020

Cari lettori,
come sappiamo, nel 2020 ci ha colti un fatto improvviso e impensabile: il Covid. Tutti gli scenari sono repentinamente mutati di conseguenza e hanno richiesto tanti cambiamenti anche alla nostra operatività: il tipo di lavoro, le modalità di rapporto, gli obiettivi, le attività, la sicurezza nel lavoro con le attenzioni nuove e indispensabili per poter lavorare e continuare a stare vicino alle persone nel loro bisogno.
La cooperativa si è subito messa all’opera nel trovare possibilità e modalità nuove per rispondere ai bisogni delle famiglie e degli operatori. Non siamo stati perciò solo spettatori, ma abbiamo voluto essere anche protagonisti di ciò che accadeva, mettendo in campo la creatività di ognuno nel far fronte alle necessità che man mano emergevano, duttilità nelle risposte, energia nel trovare le risorse.
Alcuni progetti di fondazioni private ci hanno permesso di sostenere le famiglie più in difficoltà a causa dell’emergenza Covid con la fornitura di materiale tecnologico, didattico e dandoci la possibilità di assicurare una maggiore presenza di educatori in un momento di grande solitudine.
Un ruolo fondamentale è stato svolto dal progetto “Cure” condiviso in partnership con AVSI, Associazione Resiliance, Suore di Carità dell’Assunzione e finanziato da Fondazione d’Harcourt, non solo per l’aiuto concreto alle famiglie ma anche per il prezioso apporto di Resiliance che ha offerto formazione, supervisione e supporto psicologico ai nostri operatori nell’affronto e nella gestione dell’emergenza.
A conclusione di questo anno sociale vogliamo ringraziare in modo particolare coloro che lavorano con noi per come hanno messo in campo tutto loro stessi nello stare accanto alle famiglie e ai malati.
Abbiamo potuto così vivere l’esperienza dell’avverarsi di di queste parole: “Quanto più i tempi sono duri, tanto più è il soggetto che conta, è la persona che conta. Dobbiamo collaborare, aiutarci all’insorgere di soggetti nuovi, altrimenti possiamo creare reti organizzative, ma non costruiamo nulla, non diamo niente di nuovo al mondo”. (Un evento reale nella vita dell’uomo. 1990-1991, Bur, Milano 2013 di Luigi Giussani)
Avendo negli occhi questa novità di vita, continuiamo a sostenere le famiglie che incontriamo e a sostenerci vicendevolmente.



Il bilancio 2020



× Attenzione! Testo dell'errore